fbpx

Perché non è tutto oro quello che luccica quando ti imbatti in un simulatore strafigo (se non sai cosa nasconde)

fregato

Dato che ho a cuore chi per ottenere un risultato si fa un mazzo da paura, ci mette sudore, denaro e sacrificio (COME TE), voglio raccontarti una storia.

Devi sapere che mondo della simulazione rappresenta una giungla dove puoi trovarti un BOA che ti soffoca o finire sbranato da un orso mentre la Iena Ridens ti sfila il portafoglio dalla tasca prendendoti anche per i fondelli senza tu te ne accorga

Aspetta: non è il solito PIPPONE DI VENDITA del tipo “pregiatissima azienda siamo ad illustrarle i vantaggi del brucomela con ammortizzatore subsonico e sminchiamento di frappalle…

Questa che io chiamo STORIA, in realtà, è una consulenza GRATUITA che è in grado di rivelarti cosa c’è dietro a certe realtà del mondo della simulazione che nessuno ti ha mai raccontato (e che non farà mai) e che TI CONSIGLIO CALDAMENTE di leggere tutta se non vuoi essere il prossimo a farti fottere.

Poichè “la farina del sacco del mio nemico, arriva dal MIO sacco” ti rivelo come non farti prendere per il culo e trovarti di fronte a gente che, se per avere successo sfrutta ciò che era un asset dell’azienda precedente o copia ciò che fa oggi, non sarà mai in grado di farti fare davvero #ladifferenza e raggiungere il tuo successo!

One upon a time… no asp… la devo scrivere in italiano…

Dicevo…

C’era una volta un innamorato pazzo della sua idea che aveva buttato a mare tutto ciò che gli amici e gli insegnamenti della famiglia lo avevano portato fino a quel punto.

OROAveva una bella casa di proprietà con mobili d’epoca, una taverna in cui si era creato un area per la musica e il modellismo e girava con una straordinaria Z3 Cabrio con assetto e preparazione BMW Power, cerchi da 19 e gomme 225 davanti e 250 dietro con cui scorrazzava in lungo e in largo facendo la bella vita.

Locali alla moda, palestre e donne (senza dimenticare il lavoro di venditore di auto e qualche puntatina come modello nel mondo della moda) lo avevano reso ricco bello,  famoso e ricercato (detto anche “trombeur” de femme”).

Poiché tutto ciò che lo circondava dava un forte senso di appagamento economico ma si sentiva ogni giorno più depresso perché si rendeva conto che il lusso non lo interessava, decide di buttare tutto all’aria e rimettersi in gioco (ti ci vedi eh?).

Vende tutto ciò che la ricchezza e il successo gli avevano dato spendendo tutto ciò che aveva nella “pazza idea” di costruire il primo simulatore di guida si fosse mai visto e si ritira in una casetta modesta di pochi mq.

Inizia da un garage di casa propria e, piano piano, comincia  a mettere in piedi un giocattolo chiamato “simulatore di guida”  e il primo è stato di F1 che fino a quel momento nessuno (almeno qui in Italia) sapeva cosa fosse.

I primi anni le cose sembrano andare bene anche se la diffidenza e le ovvie difficoltà generate dal malvezzo tipico dell’italiano che vuole approfittarsi di tutto e di tutti non poche volte lo mettono in difficoltà ma lui “tiene duro”.

Nonostante le continue diffidenze, il nostro eroe, tira la carretta insieme ai suoi “collaboratori visionari” e si ritaglia credibilità ovunque vada con grande soddisfazione di chi usa il suo giocattolo e, soprattutto, soddisfazione di chi ha fiducia in lui e ci mette dei soldi.

Ma, come in tutte le belle storie, succede qualcosa…

Arriva come un fulmine a ciel sereno (per gli italiani che come sempre le cose le capiscono “dopo”) LA CRISI!!!!!

Nonostante il nostro eroe avesse in mano degli accordi che gli garantivano tranquillità, deve arginare la marea silenziosa di contratti che non vengono onorati perché i soldi sono finiti o ci sono forti tagli di budget (e di attività) e alcuni chiudono.

L’ottimismo che lo ha sempre contraddistinto gli fa tenere botta ma arriva la seconda mazzata: la donna con cui condivideva amore e lavoro decide di lasciarlo e così anche alcuni dei suoi collaboratori e lui si ritrova nella condizione di decidere se mollare o continuare a tenere in vita un “sogno” maturato per tanti anni e che a un passo dal successo è crollato.

Ma ecco il colpo di scena: entrano nella sua vita 2 personaggi, che chiameremo il Gatto e la Volpe, che si offrono di aiutarlo “perché loro ci credono”.

gattoRincuorato perché pensa di affidarsi a chi sposa il suo sogno facendolo in parte proprio, il nostro riparte a tromba e risolleva la baracca realizzando nei 2 anni a seguire il suo miglior fatturato di sempre e, insieme al Gatto, valutano una serie di idee che si potrebbero mettere in pratica e in cui anche la Volpe ci mette lo zampino.

Però arriva il secondo round della crisi e nascono strane situazioni nelle quali il nostro eroe riesce a SVELARE IL MISTERO DI FATIMA E CHI HA ASSASSINATO JOHN KENNEDY, ma si ritrova in un lago di letame a dover gestire il malcontento del gruppo che, invece di aiutarlo a risolvere il problema impegnandosi e mettendoci del proprio, decide che la migliore soluzione è remare contro e farsi i cazzi propri.

Tra pianti e i lamenti del Gatto che ha la bua, che si sente devalorizzato e che, invece di tirare fuori le palle per reagire, preferisce prendersi un periodo sabbatico mollando tutto, si aggiunge la Volpe che decide di orientare il suo territorio di caccia in altri lidi, dando una mano al Gatto perchè era un pò giù di tono, facendolo entrare in società con lui.

Visto che chi si ferma è perduto, il nostro chiede conforto a Mago Merlino con cui aveva già da 3 anni condiviso progetti e idee (ovviamente sia il Gatto che la Volpe ne erano a conoscenza) per risalire.

Ma… (oddio, e adesso cosa succede ancora?) anche Mago Merlino si defila e fa comunella con il Gatto e la Volpe insieme a Tizio e Caio (altri due straordinari personaggi) che fino a poco prima erano parte dell’esercito del nostro eroe.

Risultato?

Il nostro si ritrova cornuto e mazziato mentre, l’allegra combriccola pubblica foto “osè” di oggetti studiati e realizzati nel periodo in cui “ufficialmente” erano ancora a bordo della barca di chi gli dava da mangiare, iniziano a mostrarli in giro facendosi belli con il culo degli altri e concretizzano idee condivise ai tempi del nostro eroe, sottoscrivendo accordi e fottendoli a lui.

Non contenti di questo, poichè la fantasia e l’intraprendenza sono il loro forte (si capisce che è sarcastico?) cosa fanno? Realizzano un logo che identifica il loro marchio che riprende le linee di un logo depositato anni prima dal nostro beniamino e iniziano pure a copiargli i metodi di comunicazione. Dei veri geni del marketing!

Pensi che a questo punto LUI si sia sparato, affogato in un lago ghiacciato o entrato nel convento dei frati priori, che sono intenditori?

ASSOLUTAMENTE NO!!!!

Rendersi conto di essersi liberato di sanguisughe che erano più votate al lamento “perché lo sapevano che andava a finire così” o “io lo avrei fatto in un altro modo” oppure “te l’avevo detto (e tu che cazzo hai fatto per impedirlo?)” ha fatto ripartire la verve creativa e, tolta la polvere e tirate un paio di madonne, si è rimesso in gioco.

Scaricato di un peso, insieme ad un altro coglione come lui caduto in un tranello come quello che rischi tu, ha iniziato a ripensare al business di questo mondo in un modo diverso.

Ed è così che è nato Simulatore di guida Professionale dove vige la regola: no ad investimenti sbagliatisi a garanzia di risultati !

A proposito di desideri:

feliceQuanto è grande questo tuo desiderio di diventare un bravo imprenditore della simulazione e scambiare la gioia delle persone che si divertono da te,  in denaro sonante ?

Quanto è grande il tuo desiderio di essere libero di fare un lavoro in cui ti diverti, dove puoi dare sfogo alla tua fantasia e di spezzare le catene che ti tengono legato ad una professione che non ti piace e che ti impedisce di realizzare i tuoi sogni?

Oppure: quanto è grande il tuo desiderio di far decollare la tua nuova azienda grazie ad un “sistema imprenditoriale basato sull’emozione” in grado di attirare l’attenzione dei tuoi clienti e rilasciarla solo a pagamento effettuato?

Se il tuo desiderio è grande abbastanza da giustificare la spesa che dovrai affrontare, rispetto a ciò che hai speso fino ad ora nel vano tentativo di ottenere questi risultati… compila il form e inizia a crederci perchè noi sappiamo come aiutarti!

NOLEGGIANDO uno dei nostri simulatori,  hai diritto a una promozione valida 15 giorni DALL’INVIO DELLA TUA RICHIESTA che include BONUS E SCONTO sul prezzo di noleggio (esclusi costi di logistica e personale) anche se il tuo noleggio inizia settimane o mesi dopo. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Maggiori Informazioni". Chiudendo questo banner con OK, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi