fbpx

Allenamento piloti al simulatore. Serve davvero? Prima puntata

allenamento

Spesso si sente la tiritera sulla domanda: l’allenamento, il lavoro con il simulatore serve davvero per migliorare le performance in pista?  

Dopo almeno 9 anni passati ad ascoltare centinaia di persone, essermi documentato e confrontato con le più grandi realtà del settore (tra cui Ferrari e Mercedes), posso darti con assoluta certezza la risposta definitiva.

Se non ci credi e/o non sei disposto a investirci sopra, non ti serve.

Quelli domestici sono inutili. 

Fine della storia.

Purtroppo, ed è la cosa anche peggiore, in Italia sussiste la cultura della sfiducia.

Si è regolarmente prevenuti sul fatto che, se qualcuno che ne sa più di noi (qualunque argomento) e ci suggerisce una scelta di cui LUI è COMPETENTE, noi la prendiamo come un tentativo di fregatura e ci sentiamo in diritto di fare di testa nostra.

Oppure ci nascondiamo dietro la frase: “tanto non serve“. 

Ma come Andrea: tu hai un centro di allenamento e dici che il simulatore non serve a nulla? Hai deciso di chiudere baracca e burattini?

No amico mio. Ti stò solo dicendo una parte della verità… ma lasciami spiegare:

In passato (o lo stai vivendo ora) potresti esserti trovato di fronte al dubbio:

  • ho mio figlio che deve/ io devo prepararmi per una gara. La pista è sconosciuta e non so come girano le curve. Come faccio?
  • devo correre un campionato intero con una nuova macchina ma non la conosco e non so cosa aspettarmi. Come faccio?
  • ormai ho una certa confidenza con l’auto ma non riesco a raggiungere risultati migliori. Chi può aiutarmi a migliorare le mie performance? Mi alleno presso una struttura di professionisti? E a chi mi rivolgo
  • Faccio da solo e metto insieme un simulatore o mi rivolgo a chi li costruisce?

Se hai vissuto o stai vivendo uno dei punti precedenti, la soluzione a cui anche tu ti affiderai (nel 90% dei casi) è l’acquisto di un simulatore domestico mentre, solo i più orientati ad una vera crescita, cercheranno un Centro di Allenamento

E qui inizia la via crucis:

  • cosa compro?
  • Quanto spendo?
  • Devo imparare a usare il piccì e se non ci riesco?
  • E se andassi da mio cognato che ha un telaio e mi faccio mettere su un gioco e mi imparo la pista?
  • Ma poi serve?
  • E se vado da chi allena i piloti?
  • Ma è lontano…
  • Ma perchè devo spendere i soldi così?
  • Faccio prima a fare da solo perchè mio cognato… etc, etc, etc.

Scommetto quello che vuoi che ALMENO UNA delle motivazioni succitate ti hanno attraversato la mente.

E’ normale ed è umano aver provato uno o più di quei pensieri.

Però…

Devo darti una BRUTTA NOTIZIA e so che non ti piacerà.

Da tuo cognato o con il tuo simulatore non rischi la vita.

Allo stesso modo non la rischi in un centro di allenamento “SERIO”

Ma se ciò che fai e guidi non è verosimile, in pista puoi farti MOLTO MALE (o farlo agli altri)

Lo sapevi?

training sbagliatoPoi vai a spiegare al poveraccio che hai tuonato come un missile che tu ti eri preparato al PICCI’ e non pensavi che la macchina si sarebbe comportata in quel modo perchè “a casa” non era successo

Intanto qualcuno è finito all’ospedale, e tu hai fatto decine di migliaia di euro di danni.

Se invece ti è andata di lusso (dipende dai punti di vista) potresti essertela cavata con un grande spavento e con la macchina distrutta.

Aggiungi che potresti aver buttato nel cesso la stagione perché, tirando nel muro o addosso a un altro la tua auto, l‘hai completamente disintegrata e il tuo budget si è ridotto della metà.

Ti ricorda qualcuno che conosci?

Facciamo insieme queste riflessioni:

  • spendi decine se non centinaia di migliaia di euro per correre  e non investi per prepararti seriamente? (e magari sei un Gentleman che corre per divertimento da poco o hai un figlio che ha solo fatto karting e vuoi fargli fare il salto)
  • se chi corre è tuo figlio, soprattutto se arriva dal kart, ha bisogno di imparare a guidare una monoposto moderna. Pensi che giocare al pc o alla play lo prepara davvero? Allora tanto vale non mandarlo a scuola e farlo studiare direttamente su google… tanto lì ci sono tutte le info che servono… 
  • Qualche centinaia di euro l’ora ti sembrano troppi quando, magari, hai dovuto deviare buona parte degli utili aziendali per correre  o ti sei indebitato con amici e parenti?

Se il metro di paragone è il pilota di F1, sappi che TUTTI i piloti sotto i 30 anni hanno speso decine di migliaia di euro solo per prepararsi anche con i simulatori dei Team.

Inoltre, la differenza tra il “giochino di casa” e quello che guidavano nei centri specializzati, era come il giorno e la notte

Probabilmente quello che ho scritto ti avrà fatto incazzare ma non è questo il punto:

anche se ti stò un pò sulle balle, inizi a comprendere che c’è troppa ignoranza in giro e, un centro di allenamento piloti, è quello che ti serve per migliorare le prestazioni e la velocità di guida. 

Mi hai fatto incavolare ma quello che dici ha senso. Come posso fidarmi davvero?

Qui ti spiego (anzi: lo fa un giornalista e in fondo alcune testimonianze dirette) perchè puoi darci fiducia

Nel frattempo, goditi 15 minuti del servizio video andato in onda qualche mese fa su PADDOCK TV in cui viene ben spiegato come si lavora al nostro simulatore ed alcuni suoi segreti.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 Piaciuto? Ti ha dato spunti interessanti?

Facciamo una disamina non contestabile di ciò che ti aspetta se usi un simulatore domestico o vai da venditori di aria fritta

  1. se il modello della gomma non è realistico, tutto il comportamento dell’auto è irrealistico e poco importa se si consuma o scoppia: non è assimilabile a quello vero, quindi non serve..
  2. i modelli matematici del veicolo riprodotti nei VIDEOGAME sono lontanissimi dalla realtà e, per realtà, non si intende il semplice comportamento similare ma come reagisce l’auto a freno e pressioni, acceleratore e aerodinamica.
  3. il simulatore domestico, anche se dinamico, non si muove come nella realtà e nemmeno potrebbe dato che il protocollo di funzionamento è tarato su un videogame. Quindi, a che serve?
  4. lo stesso dicasi di alcuni centri di simulazione: usano videogiochi, per cui, stesso discorso di prima. 
  5. se simuli un auto GT, nel 97% dei casi, viene visualizzato sullo schermo l’abitacolo virtuale con ovvi problemi nella determinazione del punto di corda.

Ti ho dato dei buoni motivi sul perchè devi riflettere attentamente prima di fare una cazzata?

sod_o_rimbgifEcco ora la buona notizia:

siamo talmente sicuri che il metodo ARC-TEAM ti aiuta davvero,  che ti offro la possibilità di prenotare il test sul simulatore con la garanzia soddisfatti o rimborsati” . 

VAI QUI e inserisci i tuoi dati. Riceverai immediatamente una mail con la scheda tecnica e i costi oltre alle istruzioni su come puoi aderire a “soddisfatti o rimborsati.

 


 

Bene. in attesa della seconda puntata dove Giampaolo Dallara (il più importante costruttore di auto da corsa dopo Ferrari) esprime la sua valutazione sulla validità dei simulatori (e non parla di oggetti da qualche migliaio di euro), e dove toccheremo altri punti “scabrosi” lascio che professionisti del volante ti dicano cosa possiamo fare per te e perchè puoi fidarti di quello che ti mettiamo a disposizione.

Ps: Se poi vuoi continuare a restare della tua idea che “tanto con poche migliaia di euro mi faccio il simulatore e mi alleno a casina mia” ricordati delle mie parole quando starai vendendo una tua proprietà per pagare i danni che hai combinato.

sod_o_rimbgifVoglio ripeterlo fino allo sfinimento: siamo talmente sicuri che il metodo ARC-TEAM ti aiuta davvero,  che ti offro la possibilità di prenotare il test sul simulatore con la garanzia soddisfatti o rimborsati” . 

VAI QUI e inserisci i tuoi dati. Riceverai immediatamente una mail con la scheda tecnica e i costi oltre alle istruzioni su come puoi aderire a “soddisfatti o rimborsati

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Maggiori Informazioni". Chiudendo questo banner con OK, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi