fbpx

Non è tutto oro quel che luccica… Magari è un TIR che arriva contromano

Suppongo ti sarà capitato qualche volta di vedere dei simulatori di guida in diversi contesti:
 

Centri commerciali

Fiere in genere

Concessionarie d’Automobili

Hotel – Resort di lusso

 
o sentir parlare dei centri di simulazione che sono luoghi, normalmente piccoli, dove sono posizionati 4 / 6 simulatori per fare le gare online o tra le postazioni
 
Il denominatore comune  di tutti questi simulatori è il software di guida, ossia, un VIDEOGIOCO che che trovi anche su Playstation (che puoi guidare senza volante).
 
La postazione di guida per i centri di simulazione, volendo, puoi acquistarla su internet e metterla in casa a prezzi relativamente bassi mentre, le postazioni più complesse ed efficaci hanno prezzi che partono da almeno 25.000€ e superano tranquillamente i 50.000€ (a cui poi devi aggiungere iva, tasse, logistica etc…)
 
Analizziamo un attimo il problema:
 
se tu vuoi il simulatore per metterlo nel tuo Hotel, nella tua Concessionaria o in una attività in cui vendi beni o servizi e ti serve un Cavallo di Troia per fare breccia nella testa dei tuoi clienti, gli devi offrire una emozione forte, Vero?
 
Oppure, se crei un Club o un locale in cui il simulatore è il protagonista, devi puntare ad offrire esperienze fortissime, altrimenti, è meglio spendere i soldi in altre cose.
 
Quanto può essere una “esperienza” emozionale la guida di un simulatore a basso costo nato per uso domestico e che, per assurdo, puoi addirittura autocostruirti? 
 
O di un simulatore posizionato in una fascia di mercato al di sotto del range minimo di qualità?
 
La risposta è una sola: una esperienza povera da tipica sala con videogiochi in rete.
 
Non si può  proprio chiamarla emozionale
 
Certo, se vuoi fare gli E-Sport può avere un senso investire il meno possibile e poi pregare il cielo che la gente si muova da casa per venire da te
 
Ma non puoi averne la certezza nel medio lungo termine.
 
L’obbiettivo delle grandi case produttrici di videogiochi, è quello di “domesticizzare” l’uso dei suoi software per abbracciare una grande quantità di pubblico che gioca da casa propria.
 
E tu ti ritrovi fregato.
 
Anche se ti sembra un controsenso, la migliore marginalità e rendita NON SI HA con tanti simulatori di poco prezzo bensì con uno, massimo due davvero esclusivi offrendo una esperienza che si deve stampare nella mente di chi guida.
 
E, di conseguenza, serve un investimento decisamente maggiore e improntato all’esclusività!

 

Ma anche qui bisogna fare dei distinguo

Se investi una cifra importante per un prodotto davvero d’elite equipaggiato con il solito videogioco che usano tutti di cui parlavamo all’inizio, quanto pensi che la gente (a meno tu non ti chiami Ferrari, sei tutto rosso e corri in Formula 1) è disposta a spendere cifre importanti per pochi minuti di gioco? 

 
Qui stà il punto: ormai tutti i produttori di simulatori (economici o costosi che siano) utilizzano lo stesso software.
Secondo te, che differenza ci può essere tra tutti quei simulatori?
 
Si certo… alcuni sono più o meno belli e appariscenti ma, sostanzialmente, se vuoi differenziarti ed investire cifre importanti, come fai a garantirti il successo se, gira che ti rigira, offri una esperienza da playstation?
 
E il cliente pensi non se ne accorge di guidare il videogioco da 15€ in un simulatore da 50.000€?
 
Perchè, a quel punto, il rischio di vedere il cliente insoddisfatto o arrabbiato andare via è altissimo.
 
Ecco perchè la POWER UNIT SIMULATOR in provincia di Bergamo, che a breve inaugurerà un locale con un solo BRAINSIM A25 FORMULA, ha provato tutti ma proprio tutti i simulatori  sul territorio provando i top player (come Evotek e Wave) e i low player (nei Ferrari Store, nei centri commerciali e in diverse fiere) per farsi una idea precisa di cosa c’era sul mercato.
 
Ci ha investito diversi mesi (e denaro) perchè voleva essere sicuro di non gettare dalla finestra i suoi soldi.
 
E sai cosa ha scoperto?
 
Che non c’era nessuna differenza emozionale e sensoriale tra i vari modelli che avevano range di prezzo molto diversi tra loro.

Quello che Alessandro voleva, questo il nome del titolare di POWER UNIT, era offrire una esperienza di guida che si DISCOSTASSE TOTALMENTE da tutti gli altri simulatori e fosse “emotivamente” molto più intensa.

Leggendo ed informandosi (così come stai facendo tu adesso) è rimasto molto incuriosito nel leggere che utilizziamo un software di guida INTELLIGENTE sviluppato con una Università Italiana che interagisce con il cervello del pilota adattandosi allo stile di guida e fornendo una serie di informazioni che il nostro cervello codifica come verosimili aumentando il coinvolgimento e riducendo la frustrazione.

 
Dopo che Alessandro si è registrato sul sito arc-team.it per ottenere più informazioni sui simulatori, l’ho chiamato e mi ha spiegato cosa stava cercando.
 
Al termine di una lunga chiacchierata dove mi ha spiegato quale era la sua preoccupazione e il fatto ch evoleva essere più sicuro possibile di offrire una esperienza molto forte, il mio suggerimento è stato: “continua a provare tutti i simulatori e poi, quando sei sicuro di aver trovato il prodotto che più si avvicina ai tuoi desideri, vieni a provare BRAINSIM e poi decidi.”
 
Così ha fatto: dopo averli provati tutti ed avendo ben chiaro i punti di forza del migliore degli altri, è venuto a Pavia ed è rimasto stupito nel verificare che provava effetti e sensazioni non riscontrabili nel simulatore considerato come metro di paragone.
 
E ha fatto la sua scelta. 
 

Di seguito l’intervista fatta ad Alessandro il giorno in cui gli abbiamo installato il simulatore.

 
Se vuoi scoprire come siamo arrivati al software intelligente che equipaggia i nostri simulatori, li trovi QUI
 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

SCARICA LA GUIDA CON TUTTE LE INFO SUI SIMULATORI INTELLIGENTI (CERTIFICATI) BRAINSIM & ADRENASIM 

Andrea Rossetti

Esperto nella Simulazione di Guida Professionale

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Maggiori Informazioni". Chiudendo questo banner con OK, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi