fbpx

Perché gli e-Sports sono la tua peggiore scelta se vuoi un simulatore “emozionale”

Sono sicuro che qualcuno, leggendo questo articolo, farà un salto sulla sedia.

Il punto, però, è che la mia affermazione non è affatto un CLICKBAIT ma una assoluta verità.

E, se invece di incazzarti di brutto vai avanti a leggere, puoi facilmente capire il perchè.

Si fa un gran parlare di E-SPORTS che non sono null’altro che competizioni elettroniche organizzate a livello competitivo e professionistico.

Ecco una breve spiegazione tratta da wikipedia e da altre fonti:

“I videogiochi, o meglio i cosiddetti ‘esports’, possono essere considerati delle discipline agonistiche vere e proprie.

Per essere pienamente riconosciuti devono rispettare i valori olimpici e dotarsi di strutture per i controlli antidoping e la repressione di fenomeni come le scommesse.

Gli e-sports competitivi – è scritto in un comunicato del Cio (Comitato Olimpico Internazionale) – possono essere considerati un’attività sportiva, e i giocatori coinvolti si preparano e allenano con un’intensità che può essere paragonata a quella degli atleti delle discipline tradizionali”.
A leggerla così è una vera genialata (seppure non una novità assoluta).
E c’è già chi si stà organizzando, in Italia, per essere pronto quando, nonostante tutte le lentezze tipiche dei pachidermi amministrativi, tutto questo sarà realtà.
E gli auguro con il cuore di farcela
SI ANDREA…. MA COSA C’ENTRA CON QUELLO CHE HAI SCRITTO NEL TITOLO? 
C’entra eccome.
se tu vuoi acquistare un simulatore “EMOZIONALE” per costruirci un business o per rafforzare il tuo brand (o semplicemente per divertirti come non mai), la cosa peggiore che puoi fare è proprio quello di creare un locale o un area dedicata agli e-sports.
E lo stesso vale se vuoi simulare al meglio delle auto moderne senza trovarti in mezzo a gare online i cosiddetti “bimbominchia” che ti sbattono fuori senza tanti complimenti.
Ti elenco ora 4 dei 7 motivi più importanti per cui NON DEVI investire negli E-Sports se non sei in grado di affrontare un forte investimento nel materiale, negli strumenti di marketing e nella location:
  1. Ti arrivano cani e porci che nel nome del “io sono bravissimo” trascina dentro una miriade di persone basso spendenti che creano confusione, caos e danni sicuri.
  2. I simulatori non possono essere certo dei “capolavori dell’arte e della tecnica” dato che devono sopportare la ressa di varie razze umane di cui sopra. Per cui è roba domestica.
  3. Andando nel tecnico, non è istintivo guidare un auto virtuale e, per andare davvero forte, serve allenamento e dedizione. Se ci crei un business sopra, a parte i soliti 4 gatti, tutti scapperanno perchè non hanno le skill necessarie per andare davvero forte. E tu NON INCASSI.
  4. Per lo stesso motivo di cui sopra chi è abituato a trovare i “trucchi” o escamotages, si troverà come un pesce fuor d’acqua dato che saranno imposte regole valide per tutti e non sarà possibile imbrogliare.
Sono duro? Può darsi… Ma visto che spesso le “verità scomode” non si dicono, io te le dico.
In Italia esistono alcune sale che utilizzano delle postazioni di guida tipicamente domestiche per far sfidare le persone le une contro le altre.
Ed altre “leggermente” più tecniche ma senza “specializzazione” che hanno avuto una visione del business davvero fallimentare portandoli, in poco tempo, ad abbattere drasticamente i fatturati (peraltro già “poveri”)
E’ una cosa sbagliata? Assolutamente no.
Organizzano garette online tra appassionati con costi di partecipazione bassi per tempi medio lunghi. (non ci vedi già qualcosa che stona? Se fai business devi fuggire da ‘sta roba)
Quindi puoi ben capire che comprare simulatori con videogiochi e realizzare una sala per gli e-sports, non crea un business ricorrente con guadagni adeguati
Te la faccio facile: creare il “centro di simulazione a prezzi modici e per tutti” è la stronzata più grande che puoi fare.
 
E se qualcuno ti dice il contrario, vai a vedere che tipo di società ha (normalmente una ditta individuale o snc) con fatturati ridicoli (anche se invece di guardare i fatturati dovresti guardare i profitti... allora si che ti scappa la voglia…)
E ti porterà in breve tempo a buttarci dentro soldi tuoi se non vuoi fallire.
QUINDI GLI E-SPORTS SONO UNA COSA SBAGLIATA?
Assolutamente no.
Gli E-Sports avranno grande presa sul mondo domestico più che in centri appositamente attrezzati perchè:
  1. ci si potrà allenare tutto il tempo che si vuole
  2. non spendi quasi nulla (il 69% delle famiglie con figli ha in casa una console o PC)
E allora dimmi:
se tu fossi un “atleta”, avresti voglia di spendere i soldi in locali predisposti per fare gli E-Sports con gare automobilistiche?
Sono sicuro di no dato che, probabilmente, a casa tua puoi giocarci tutto il tempo che vuoi.
E se tu pensi di no, come pensi di poter convincere altri a farlo?
Oggi per creare un business a lungo termine non devi omologarti e, soprattutto, devi proporre qualcosa che non è possibile replicare facilmente (a meno di ingenti investimenti) in casa propria.
Esattamente come hanno fatto in Inghilterra o in Francia dove, ogni simulatore, costa “almeno” 80.000 £ (sterline)
Aspetta!
Non è che devi per forza comprare6 o 8 simulatori di botto da 100.000€ l’uno!
Il messaggio che voglio farti passare è che ha molto più senso creare una struttura esclusiva con simulatori “emozionali” soglia di ingresso più alta per selezionare il tuo pubblico facendolo sentire importante ogni volta che guida perchè:
  1. non guida un videogioco che posso scaricare da internet
  2. durante la guida è coinvolto in un turbinio di emozioni tattili e fisiche
  3. al termine dell’esperienza è così eccitato che vuole riprovarlo
Sono sicuro che non ti fa piacere sapere che un ragazzino di 15 anni è migliore di te… soprattutto se tu hai anni di guida sulla strada e lui ha giocato fino a ieri a SUPERMARIO.
Ecco perchè, se stai pensando di creare una sala di simulazione nella speranza di sbarcare il lunario, è meglio che:
  1. non ti occupi di E-Sports (a meno che non ti organizzi bene anche finanziariamente e fai tua una disciplina che ha mille sfaccettature)
  2. devi essere disposto a investire tempo e denaro in prima persona con budget adeguati (altrimenti lascia perdere)
  3. scegli un simulatore che possa garantirti un altro grado di Engagement (relazione) e coinvolgimento con il tuo cliente (il che significa dotarti di strumenti realizzati da professionisti)
  4. crei un business esclusivo (con un piano di crescita dei piloti che dovranno spendere diverse centinaia di euro ciascuno per dimostrare di essere davvero competitivi)

Diversamente sei omologato alla stregua di una sala giochi e ti rovini la piazza e il futuro.

Non voglio spaventarti ma semplicemente metterti al corrente di come questo mercato si stà evolvendo.

Perciò, se:

  1. cerchi risultati economici a lungo termine
  2.  punti su un simulatore “emozionale” per emozioni inarrivabili 
  3. il prezzo è una diretta conseguenza della scelta che fai

inizia a ragionare sul fatto che serviranno un bel pò di quattrini (con un investimento a lungo termine) per offrire ai tuoi clienti una soluzione di guida emozionale e coinvolgente in cui, dopo ogni guida, avranno solo voglia di tornare a guidare un altra volta.

Tutto il resto  lascialo a chi non è capace di farsi i conti e ragiona principalmente su “non voglio spendere molto perchè non so come va a finire” perchè, se anche tu la pensi allo stesso modo, ti dico già io come andrà a finire = FALLISCI!

Se invece “buttare ‘la grana’ oltre l’ostacolo” non ti spaventa perchè la tua visione del business è a 360°, scrivimi subito a “commerciale@arc-team.it” per richiedere una mia consulenza .

PS: per quelli che “eh… ma il COVID mette tutti in ginocchio“. Il covid, per quanto brutta bestia che sia, crea una cosa meravigliosa: screma i “cazzari” dagli imprenditori veri.

Perchè i momenti di crisi generano la “crisi” solo per chi ha fatto scelte di vita e professionale sbagliate” mentre , per chi non stà con le mani in mano aspettando che qualcuno gli risolva il problema, si generano opportunità.

Andrea Rossetti 

Esperto nella Simulazione di Guida Professionale

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Maggiori Informazioni". Chiudendo questo banner con OK, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi